fbpx

Marco Zanta
Geografie

25 Novembre 2013

Nel libro Urban Europe (2008) Marco Zanta raccoglieva quattro anni di viaggi attraverso diversi paesi del vecchio continente, cercando un’identità comune nel confronto tra l’architettura contemporanea e le forme del tessuto urbano preesistente. Geografie è una mostra che mette in relazione quel lavoro con la ricerca portata avanti negli anni successivi, anche al di fuori dei confini europei. Nasce così un percorso che oltre a indagare la stratificazione architettonica delle città si rivolge anche all’idea stessa che c’è dietro alla concezione degli edifici, alle variabili e alle costanti che s’incontrano negli interventi urbani più contemporanei, creando delle visioni che risultano sospese tra il rilievo fotografico dei luoghi e la ricreazione delle idee originarie degli architetti che li hanno concepiti.

Marco Zanta. Geografie
Anteprima d’Arte Contemporanea
A cura di Camilla Boemio
Roma
8 novembre 2013 > 31 gennaio 2014

Marco Zanta, Treviso, 2007

© Marco Zanta, Treviso, 2007.

Marco Zanta, Quingdao, 2011

© Marco Zanta, Quingdao, 2011.

Marco Zanta, Berlin, 2010

© Marco Zanta, Berlin, 2010.

Marco Zanta, Bilbao 2002

© Marco Zanta, Bilbao, 2002.

Marco Zanta, Dusseldorf, 2012

© Marco Zanta, Düsseldorf, 2012.

Marco Zanta, Dusseldorf, 2012

© Marco Zanta, Düsseldorf, 2012.

Marco Zanta, Dusseldorf, 2012

© Marco Zanta, Düsseldorf, 2012.

Marco Zanta, Parigi, 2011

© Marco Zanta, Parigi, 2011.

Marco Zanta, Londra, 2003

© Marco Zanta, Parigi, Londra, 2003.


Fabio Severo

Giornalista, vive a Roma perché non va più di moda, cura progetti fotografici per l’associazione ZONA, scrive per StudioLinkiestaL’Ultimo Uomo e altro. Ha un blog di fotografia contemporanea, Hippolyte Bayard, e una malcelata ossessione per il tennis.


Lascia un commento