fbpx

Villa Waalre
Russell Jones, Eindhoven

30 Gennaio 2019

A volte l’architettura è in grado di raccontare una storia dalla trama complessa, affascinante, tanto da competere con la bellezza dell’opera in sé. È quello che accade con la splendida villa realizzata da Russell Jones nel territorio della cittadina di Waalre, non lontano da Eindhoven. Da qui, alla fine dell’Ottocento, Anton e Gerard Philips guidarono l’omonima industria tecnologica di cui furono i fondatori. A seguito dello sviluppo produttivo avvenuto durante i primi decenni del XX secolo, la Philips, per attrarre nuovi dirigenti provenienti da altre aree dell’Olanda, offrì un’ottima posizione lavorativa e un terreno sul quale costruire una nuova casa, vicina al luogo di lavoro e immersa nel verde. Infatti, l’area dove ora sorge Villa Waalre fu in quegli anni occupata dalla residenza di Frans Otten, amministratore delegato della Philips fino al 1961, un’architettura progettata da Louis Christiaan Kalff, il quale non solo fu autore di numerose creazioni iconiche nel campo del lighting design, ma anche il promotore dell’incontro tra Le Corbusier, Iannis Xenakis e Edgar Varèse, che insieme collaborarono alla realizzazione del celebre padiglione Philips per la Fiera di Bruxelles del 1958. La nuova abitazione progettata da Jones stabilisce subito un forte rapporto con l’ambiente circostante e trae la sua ispirazione volumetrica dalla relazione con l’orografia del terreno, dalle prospettive che motivano la composizione della casa e dalla corrispondenza tra interno ed esterno. Mentre nello spazio ipogeo della villa sono state disposte la lunga piscina rettangolare e la palestra, due volumi fuori terra, che poggiano l’uno sull’altro, contengono le funzioni di living al pian terreno e di riposo al primo livello. Qui, il volume aggettante, che qualifica fortemente l’identità della residenza, contiene due stanze da letto che godono di una superba vista sul bosco. E se le aperture, intese come inquadrature del paesaggio, si ritrovano lungo tutte le facciate, anche la caratterizzazione materica si presenta come un segno che esprime con decisione la personalità dell’abitazione. Costruita con setti portanti di calcestruzzo armato, Villa Waalre riflette la materialità delle cortecce degli alberi, mostrando le venature dell’abete grezzo delle casseformi impresse su tutte le superfici che la compongono, per porsi ancora più in continuità con la natura del luogo. In quest’opera, Russell Jones mostra la sua abilità nell’imprimere un carattere fortemente contemporaneo a un edificio che dichiara esplicitamente il suo legame con i principi dell’architettura moderna. Come la casa, anche la vicenda professionale dell’autore evidenzia i legami con il modernismo e le sue eredità. Infatti, prima di una carriera spesa tra l’Australia, gli Stati Uniti e Londra, dove tuttora ha sede il suo studio, Jones è stato collaboratore dell’architetto austrialano Harry Seidler (viennese di nascita), a sua volta allievo di Walter Gropius e Marcel Breuer ad Harvard. In Australia, Seidler è stato portavoce dei principi del Movimento Moderno, nonché autore di opera mirabili come la Julian Rose House (1949-50).

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Hélène Binet.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Hélène Binet.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Rory Gardiner.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Rory Gardiner.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Hélène Binet.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Hélène Binet.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Rory Gardiner.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Rory Gardiner.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Rory Gardiner.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Rory Gardiner.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Rory Gardiner.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Rory Gardiner.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Rory Gardiner.

Foto: Hélène Binet.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Rory Gardiner.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Rory Gardiner.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Rory Gardiner.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Hélène Binet.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Hélène Binet.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Hélène Binet.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Rory Gardiner.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Rory Gardiner.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Rory Gardiner.

Foto: Hélène Binet.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Rory Gardiner.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Hélène Binet.

Villa Waalre. Russel Jones, Eindhoven.

Foto: Rory Gardiner.


Gianluigi Freda

Architetto, scrive di architettura e di luoghi. Ama Napoli, dove vive e insegna, e Tel Aviv, dove ogni tanto ritorna.


Lascia un commento