fbpx

Kelly, Hermès
La It Bag principesca

31 luglio 2018

La lucentezza del cuoio, l’armonia delle venature, il suono delle metallerie, sempre lo stesso da oltre 180 anni. L’eleganza, i colori caldi, terrosi, esotici come le spezie d’oriente: l’arancione, certo, simbolo della maison, ma anche le nuove palette. Tutto ha inizio nel 1837, nel modesto atelier del sellaio bardatore Thierry Hermès, in rue Basse-du-Rempart a Parigi. Un piccolo laboratorio con alcuni artigiani poi divenuto punto di riferimento dell’alta società parigina, soprattutto da quando, nel 1870, viene trasferito al numero 24 di Rue Faubourg Saint-Honoré, storica sede della griffe. Nei primi decenni del Novecento, Hermès diventa un marchio di riferimento per gli uomini e le donne di mondo che si dedicano all’attività sportiva, all’equitazione in particolare, e l’emblema della valigeria di qualità, complemento imprescindibile dei primi viaggi in automobile. Classe, tradizione, modernità e velocità convergono in manufatti senza tempo. Lo sviluppo della maison viene favorito negli anni Venti dall’ascesa di Émile-Maurice, nipote di Thierry, che rileva la quota del fratello Adolphe. In quel periodo, inizia la produzione di accessori: le prime borse in pelle che impreziosiscono le selle o la linea di bijoux ispirata ai collari per cane. Nel 1923 nasce una versione più sportiva della sacca da sella e porta-stivali inventata nel 1892 per Julie Bugatti, moglie del celebre costruttore di auto Ettore Bugatti, più adatta alla vita mondana. Viene battezzata Torpedo n.1. Negli anni Trenta, Robert Dumas, genero di Émile-Maurice, pensa a una variante più piccola e sobria della sacca, segnando un punto di rottura nell’estetica fortemente decorativa dell’epoca: nasce le petit sac haut à courroies. Una borsa semplice, senza fronzoli, chic, perfetta per il viaggio e dotata di una chiusura a chiave. È la capostipite della Kelly, le sac Hermès.

Kelly Sellier 28 nella nuova versione Kellygraphie, con intarsio in tre pellami diversi, collezione primavera-estate 2018

Kelly Sellier 28 nella nuova versione Kellygraphie, con intarsio in tre pellami diversi, collezione primavera-estate 2018.

Poi entra in scena la Principessa. A metà degli anni Cinquanta, una giovane e amata attrice americana, Grace Kelly, giunta in Francia per le riprese di Caccia al ladro, uno dei capolavori di Alfred Hitchcock, si innamora di una borsa Hermès, tanto da ordinarne una mezza dozzina di esemplari in colori differenti. E sarà proprio una di queste a dissimulare la sua gravidanza appena accennata dai flash dei paparazzi: è il 1956, non ha ancora sposato il Principe Ranieri, lo farà di lì a poco, e l’immagine pubblicata su Life della futura Principessa di Monaco con la sua Hermès posta all’altezza della vita fa il giro del mondo. Quello scatto segna il destino di un accessorio che diventa ben presto un’icona di stile e di esclusività. Oggi le sac Kelly vanta una declinazione senza eguali: sette dimensioni, dalla Kelly 50 (centimetri) alla Mini-mini (15 cm), e più di duecento varianti materiche e cromatiche. Sono tante le clienti, più e meno famose, che hanno voluto “la stessa, ma un po’ differente”, conferendo alla borsa un tocco personale, e molti gli artisti che hanno realizzato variazioni su tema della Kelly partendo dalla sua struttura di base. Ogni stagione aggiunge un nuovo capitolo alla serie, una regola che vale anche per i modelli di questa primavera-estate, con la Kelly Sellier 28 in versione Kellygraphie – con intarsio in tre pellami diversi e un color block nei toni del nero, dell’arancio e del senape – e la Kelly Retourné 28 Lettres au carré, in tela da campo stampata e pelle. Due modelli che si aggiungono al nuovissimo zaino Kellyado, in pelle Swift con bretelle in tessuto, lanciato con la collezione autunno-inverno 2018. Ambitissima, la Kelly è diventata nel tempo un vero e proprio pezzo da collezione, da possedere e tramandare, al pari di un’opera d’arte: lo dimostrano le quotazioni da record che raggiungono gli esemplari unici messi periodicamente all’asta dalle case più prestigiose.

Kelly Eclat in pelle Epsom con Kelly Wallet abbinato bicolore.

Kelly Eclat in pelle Epsom con Kelly Wallet abbinato bicolore.

Impunture e cromie a contrasto, collezione autunno-inverno 2018.

Impunture e cromie a contrasto, collezione autunno-inverno 2018.

Kelly in versione estiva nel modello Picnic in paglia intrecciata e pelle.

Kelly in versione estiva nel modello Picnic in paglia intrecciata e pelle.

Contrasti cromatici con manico impreziosito dall'alternarsi di due pellami dai colori differenti, collezione autunno-inverno 2018.

Contrasti cromatici con manico impreziosito dall’alternarsi di due pellami dai colori differenti, collezione autunno-inverno 2018.

Kelly Retourné 28 nella versione Lettres au carré, in tela da campo stampata e pelle, collezione primavera-estate 2018.

Kelly Retourné 28 nella versione Lettres au carré, in tela da campo stampata e pelle, collezione primavera-estate 2018.

Zaino Kellyado in pelle Swift con bretelle in tessuto, collezione autunno-inverno 2018.

Zaino Kellyado in pelle Swift con bretelle in tessuto, collezione autunno-inverno 2018.

Contrasti cromatici con manico impreziosito dall'alternarsi di due pellami dai colori differenti, collezione autunno-inverno 2018.

Contrasti cromatici con manico impreziosito dall’alternarsi di due pellami dai colori differenti, collezione autunno-inverno 2018.

Tracolla impreziosita da inserti in metallo che esaltano la raffinata nuance blu, collezione autunno-inverno 2018.

Tracolla impreziosita da inserti in metallo che esaltano la raffinata nuance blu, collezione autunno-inverno 2018.

Pubblicità Hermès, Ses ensembles pour le sport, pour le bain, pour la plage, stampa originale, 1930.

Pubblicità Hermès, Ses ensembles pour le sport, pour le bain, pour la plage, stampa originale, 1930.

Pubblicità Hermès, Suggestions, borsette, stampa originale, 1939.

Pubblicità Hermès, Suggestions, borsette, stampa originale, 1939.

Pubblicità Hermès, sportswear e abbigliamento da mare per la donna, stampa originale, 1931.

Pubblicità Hermès, sportswear e abbigliamento da mare per la donna, stampa originale, 1931.

Pubblicità Hermès, Maroquinerie-Voyage-Sport, donna che gioca a golf, illustrazione di Marcel-Jacques Hemjic, stampa originale, 1928.

Pubblicità Hermès, Maroquinerie-Voyage-Sport, donna che gioca a golf, illustrazione di Marcel-Jacques Hemjic, stampa originale, 1928.

Pubblicità Hermès, abbigliamento e accessori per gli sport equestri, stampa originale, 1928.

Pubblicità Hermès, abbigliamento e accessori per gli sport equestri, stampa originale, 1928.

Pubblicità Hermès, valigeria e accessori da viaggio, illustrazione di Georges Lepape, stampa originale, 1926.

Pubblicità Hermès, valigeria e accessori da viaggio, illustrazione di Georges Lepape, stampa originale, 1926.


Sara Pizzi

Da bambina amava travestirsi e aveva creato un giornale sulla sua famiglia numerosa. Più tardi si è laureata in giurisprudenza, ma non ha mai riposto né giochi né sogni in un cassetto. Si occupa di moda e collabora con alcune testate tra cui Vogue. Ama la sua Bologna e New York, che le ha preso il cuore, e vive a Firenze con un gatto di nome Spank.


Lascia un commento