Merdolino, Alessi
Stefano Giovannoni
Evergreen #014

Negli anni in cui Stefano Giovannoni porta in Alessi (sino ad allora specializzata nella lavorazione dei metalli) il mondo colorato e dinamico delle plastiche, una ventata di novità pone l’attenzione non più solo alla cucina, ma anche al bagno. Come logica conseguenza, diventano oggetto di una reinterpretazione progettuale tutte le tipologie di arredo bagno. Tutte, nessuna esclusa, anche quelle meno indagate o non ritenute all’altezza di un progetto di design, come appunto lo “scopino da bagno”. Così, quest’ultimo diventerà cardine del più ampio progetto Family Follows Fiction che, parafrasando il noto credo funzionalista, poneva l’accento su nuove forme di vivibilità degli spazi domestici, partendo proprio dal bagno, stanza per eccellenza dell’intimità e della “messa a nudo”. L’allusione a un mondo ludico e infantile rispecchia l’ambizione di indagare le relazioni tra grandi e piccoli nel contesto familiare, ma anche il ruolo degli archetipi nell’analisi psicologica personale. Un germoglio stilizzato diventa allora, nel 1993, programma di una nuova estetica e di un diverso modo di circondarsi di oggetti più testimoni che servitori: niente male per un Merdolino!

/

In the years in which Stefano Giovannoni brought to Alessi (which up until that time had specialized in the working of metals) the colorful and dynamic world of plastics, a wave of innovation led the company to broaden its attention from the kitchen to the bathroom. As a logical consequence, all kinds of bathroom accessories were open to a reinterpretation of their design. All of them, bar none, even the ones that had attracted the least interest or were not considered worthy of a design project, such as the “toilet brush.” Thus this object became the linchpin of the more wide-ranging project Family Follows Fiction which, paraphrasing the well-known functionalist creed, placed the accent on new forms of livability in the home, starting from the bathroom, the location par excellence of privacy and “laying bare.” The allusion to a playful and infantile world reflects the ambition to investigate the relations between adults and children in the context of the family, as well as the role of archetypes in personal psychoanalysis. And so the stylized green shoot of the Merdolino became, in 1993, the agenda of a new aesthetic and a different way of surrounding ourselves with objects that are more bystanders than servants: not bad for a toilet brush!

Domitilla Dardi

Merdolino di Stefano Giovannoni per Alessi
Photo: © Emanuela Carelli

Merdolino di Stefano Giovannoni per Alessi
Photo: © Emanuela Carelli

Merdolino di Stefano Giovannoni per Alessi
Photo: © Emanuela Carelli

Merdolino di Stefano Giovannoni per Alessi
Photo: © Emanuela Carelli

Merdolino di Stefano Giovannoni per Alessi
Photo: © Emanuela Carelli

Merdolino di Stefano Giovannoni per Alessi
Photo: © Emanuela Carelli

Merdolino di Stefano Giovannoni per Alessi

Merdolino di Stefano Giovannoni per Alessi

Merdolino di Stefano Giovannoni per Alessi

Merdolino di Stefano Giovannoni per Alessi

Merdolino di Stefano Giovannoni per Alessi

27 February 2014 / 1 comment
From Klat by Domitilla Dardi in Design, Evergreen
  • eliana lorena
    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=3915942973125&set=a.3915940973075.2138316.1115995628&type=1&theater

Iscriviti alla newsletter di Klat.
Dal 2009, un vivace punto di osservazione sulla creatività: design, architettura, arte contemporanea, fotografia.

TWITTER
FACEBOOK