fbpx

Unfurled, Germán Frers
Vitters Shipyard

30 Maggio 2016

Il maestro argentino Germán Frers ha messo per la prima volta la sua matita al servizio dei cantieri olandesi Vitters Shipyard, dando vita ad Unfurled, uno scafo in alluminio di 46 metri, da poco incoronato come migliore imbarcazione a vela ai World Superyacht Awards 2016. La giuria, riunita per la prima volta in Italia nella Sala dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze, è stata sicuramente sedotta dalle sue linee essenziali ed eleganti, ma anche dall’alto livello tecnologico che caratterizza questo campione del mare, alimentato da due propulsori posteriori ideati per scomparire, lasciando la carena perfettamente liscia e aumentando l’efficienza idrodinamica quando si naviga sfruttando la sola forza del vento. Anche l’elica è retrattile, mentre le vele di prua sono stivate in maniera del tutto innovativa, grazie a un sistema custom mai visto prima: due tamburi montati sottocoperta che recuperano spinnaker e gennaker, semplificando le manovre, in particolare in caso di equipaggio ridotto. Armato a sloop, Unfurled ha randa square top, doppia pala del timone, lifting keel e albero in carbonio. Gli interni sono disegnati da Oliver Stirling. Un vero e proprio world cruiser in grado però di esprimere prestazioni da urlo anche in regata: ha infatti recentemente vinto, al suo esordio a Saint Barth, la Bucket Regatta 2016.

Unfurled, design di Germán Frers.

Unfurled, design di Germán Frers.

Unfurled, design di Germán Frers.

Unfurled, design di Germán Frers.

Unfurled, design di Germán Frers.

Unfurled, design di Germán Frers.

Unfurled, design di Germán Frers.

Unfurled, design di Germán Frers.

Unfurled, design di Germán Frers.

Unfurled, design di Germán Frers.

Unfurled, design di Germán Frers.

Unfurled, design di Germán Frers.



Lascia un commento