fbpx

Souvenir d’Italie, Alessi
Antonio Aricò, Massimo Giacon

17 Giugno 2015

Per un paese ad alto flusso turistico come l’Italia, i souvenir sono un bel giro d’affari. Ma si tratta perlopiù di brutte copie in miniatura delle icone che appartengono al nostro patrimonio artistico. E il fatto che siano realizzate soprattutto nei paesi con manodopera a basso costo mortifica ulteriormente la tradizione italiana delle arti e dei mestieri. Come fare, quindi, a produrre souvenir in grado di rappresentare degnamente la varietà dei costumi e delle culture regionali? È il quesito che si è posto Alberto Alessi all’alba di Expo Milano 2015. Sono nate così le piccole statuine di porcellana decorate a mano che simboleggiano ciascuna una città o una regione dello stivale, insieme a uno degli ingredienti principali della cucina locale. Tre sono progettate da Antonio Aricò, che ha scelto di raffigurare la Calabria, la Sicilia e Venezia. La statuina calabrese si ispira alla bagnarota, figura femminile rappresentata nella tradizione con un cesto in testa per trasportare il cibo: Calabrisella porta sul capo un grande peperoncino, alimento immancabile nei piatti calabri. Analoga è la statuina della Sicilia, Rosalia la più bella che ci sia, che regge un cesto con la frutta tipica: agrumi, uva e fichi d’india. La veneziana presenta invece colori più freddi, un abito che richiama il fastoso Carnevale e un omaggio, sul capo, all’alimento principe della gastronomia locale: il pesce. Più fumettistiche le due statuine di Massimo Giacon: Lella Mortadella ci porta in Emilia Romagna con una prosperosa e sorridente massaia, mentre Ciro il Pulcinella, evidente riferimento a Napoli, siede a tavola gustando una pizza DOC. Souvenir d’Italie è un progetto sviluppato in collaborazione con LPWK (Laura Polinoro Workshop).

Souvenir d’Italie, Alessi. Souvenir d’Italie, Alessi.Souvenir d’Italie, Alessi.

Souvenir d’Italie, Alessi. Souvenir d’Italie, Alessi. Souvenir d’Italie, Alessi. Souvenir d’Italie, Alessi. Souvenir d’Italie, Alessi. Souvenir d’Italie, Alessi. Souvenir d’Italie, Alessi.



Lascia un commento