fbpx

East River Chair, Vitra
Hella Jongerius

27 giugno 2014

Hella Jongerius è la prova vivente che design di ricerca e di prodotto possono procedere di pari passo. Nella sua carriera ha lavorato per edizioni speciali dal contenuto squisitamente sperimentale, così come per il mercato mainstream, sempre con la consapevolezza dei limiti progettuali che ogni condizione pone. Questa esperienza per la Lounge delle Nazioni Unite a New York, in collaborazione con Vitra, ne è l’ultima conferma. Uscendo dagli schemi di un ambiente formale troppo irregimentato, la designer olandese ha immaginato un interno confortevole e colorato, portatore sano di buonumore e di ottimismo, ingredienti preziosi in un contesto di confronto internazionale del genere. La East River Chair, progettata per l’occasione, incarna appieno questo spirito grazie all’ampia gamma cromatica disponibile e alla maniglia che la rende intuitivamente concepita per essere spostata con facilità. La variazione di materiali e di colori ne fa un oggetto personalizzabile e sempre nuovo, a seconda del contesto di riferimento, abbattendo così le ormai superflue barriere tra domestico e contract, pubblico e privato.

East River Chair, design di Hella Jongerius per Vitra East River Chair, design di Hella Jongerius per Vitra East River Chair, design di Hella Jongerius per Vitra East River Chair, design di Hella Jongerius per Vitra East River Chair, design di Hella Jongerius per Vitra East River Chair, design di Hella Jongerius per Vitra East River Chair, design di Hella Jongerius per Vitra East River Chair, design di Hella Jongerius per Vitra East River Chair, design di Hella Jongerius per Vitra East River Chair, design di Hella Jongerius per Vitra


Domitilla Dardi

Indecisa tra la storia dell’arte e quella dell’architettura, incontra alla fine del secolo scorso il design e da allora non lo molla più. Ama avere a che fare con tutto ciò che prevede l’uso di ingredienti, la loro scelta, miscelazione, trasformazione: dalla scrittura alla cucina, dalla maglia al progetto, dai profumi ai colori. È curatore per il design al MAXXI e docente di Storia del Design allo IED.


Lascia un commento