fbpx

Arts & Foods. Rituali dal 1851
Triennale di Milano

10 settembre 2015

Il lavoro di ricerca che ha generato la mostra Arts & Foods. Rituali dal 1851, unico Padiglione di Expo Milano 2015 in città, in corso alla Triennale, è davvero impressionante. Tutte le sale del palazzo di Muzio sono invase dalle interpretazioni e dalle declinazioni del concetto di cibo in tutte le possibili forme dategli dalle espressioni artistiche (pittura, scultura, video, installazione, cinema, letteratura, musica, design e architettura), in una lettura storica che si sviluppa lungo un percorso ricco e sinuoso: dalle sale accanto all’ingresso si punta al giardino, per continuare al piano terra e finire al primo piano, dove si trova anche lo spin-off di Cucine & Ultracorpi, ottava edizione del Triennale Design Museum. Sono duemila i reperti in mostra, scelti dal curatore Germano Celant e allestiti dallo Studio Italo Rota su una superficie complessiva di circa 7000 metri quadrati, a coprire un intervallo temporale molto ampio: dal 1851 – data della prima Expo a Londra e dell’avvio della modernità – ai giorni nostri. La proposta è una sorta di viaggio nel tempo che vuole riflettere sul tema di Expo Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita, una documentazione nutrita delle soluzioni adottate nell’arco di 165 anni per relazionarsi al cibo, su diverse scale: dal più minuto e ignoto utensile fino alla cucina disegnata da Le Corbusier per La Cité Radieuse di Marsiglia, passando per l’arnia urbana di Francesco Faccin (operativa nel giardino), e per una casa, quella Maison des jours meilleurs ideata da Jean Prouvé negli anni Cinquanta, montabile in 7 ore. In tanta ricchezza e varietà, certamente ogni tipologia di visitatore può trovare il proprio ambito d’elezione, una sezione tipologica o un’epoca preferita, può riscoprire un pezzo che apparteneva alla propria infanzia o conosciuto durante gli studi o, ancora, imbattersi in vere e proprie novità e fare delle scoperte. In questo senso, la mostra è sicuramente riuscita perché pensata per il variegato pubblico che transita a Milano durante l’esposizione universale. Peccato che l’operazione Expo abbia inglobato anche il Design Museum, lasciando un po’ a bocca asciutta gli appassionati del design che si aspettavano ben altro da questa ottava edizione.

Arts & Foods. Rituali dal 1851
Padiglione di Expo Milano 2015 in città
Triennale di Milano
A cura di Germano Celant
Milano
9 aprile > 1 novembre 2015

Arts & Foods. Rituali dal 1851. Arts & Foods. Rituali dal 1851. Arts & Foods. Rituali dal 1851. Arts & Foods. Rituali dal 1851. Arts & Foods. Rituali dal 1851. Arts & Foods. Rituali dal 1851. Arts & Foods. Rituali dal 1851. Arts & Foods. Rituali dal 1851. Arts & Foods. Rituali dal 1851. Arts & Foods. Rituali dal 1851. Arts & Foods. Rituali dal 1851. Arts & Foods. Rituali dal 1851.


Loredana Mascheroni

Giornalista, pratica il design da sempre. Appassionata di arte contemporanea e architettura, lavora a Domus dal 1997 dopo un apprendistato decennale in riviste di settore e un esordio come giornalista TV che le ha lasciato un debole per le video interviste. Fa yoga e corre, per sciogliere le tensioni da tablet.


Lascia un commento