fbpx

A Map of the World

12 Marzo 2014

A Map of the World: The World According to Illustrators and Storytellers è un invito a perdersi, ad assaporare il piacere di leggere una mappa, seguendo con il dito lo sviluppo di una strada verso una deviazione improvvisa, una piazza, un angolo nascosto. Ma è prima di tutto un grande progetto di illustrazione, un libro in cui la cartografia reale è abbandonata in nome dell’immaginazione. Così, per l’illustratore Martin Haake il reticolo di strade che costituisce Monaco si impreziosisce di elefanti, fiori, ragazze al caffé, ruote panoramiche. Lo studio Dorothy rielabora vecchie mappe anni Cinquanta per rappresentare Los Angeles e dà vita a un immenso stradario cinematografico, mentre Joao Lauro Fonte offre un’interpretazione tipografica di Londra, accendendo l’immagine in bianco e nero con un Tamigi rosso fuoco. Il volume è una sfida verso le regole cartografiche: qui, il mondo non è compresso entro regole matematiche, ma idealizzato. Un piacere per gli occhi e per il cuore. Pubblicato da Gestalten.

A Map of the World: The World According to Illustrators and Storytellers A Map of the World: The World According to Illustrators and Storytellers A Map of the World: The World According to Illustrators and Storytellers A Map of the World: The World According to Illustrators and Storytellers A Map of the World: The World According to Illustrators and Storytellers A Map of the World: The World According to Illustrators and Storytellers A Map of the World: The World According to Illustrators and Storytellers A Map of the World: The World According to Illustrators and Storytellers A Map of the World: The World According to Illustrators and Storytellers A Map of the World: The World According to Illustrators and Storytellers A Map of the World: The World According to Illustrators and Storytellers A Map of the World: The World According to Illustrators and Storytellers


Anna Lagorio

Giornalista, ama i pensieri bizzarri e le storie luminose, e ne scrive su diverse testate, fra cui D La repubblica delle donneWired e il domenicale del Sole 24 Ore. In passato, si è occupata di progetti di arte contemporanea per bambini. Nel tempo libero fa yoga, suona la fisarmonica e va al parco con la sua bambina.


Lascia un commento