fbpx

Luigino Bardellotto
¡Mira Cuba!

3 Luglio 2014

Per tutti gli appassionati di grafica, ¡Mira Cuba! è un volume prezioso: dentro, vi scorre tutta l’epopea del manifesto cubano, a partire dal 1959, anno della rivoluzione castrista. Nella nuova Cuba, il manifesto ha il compito di educare, lanciare campagne di sensibilizzazione, far emergere gli ideali rivoluzionari. Per farlo, gli illustratori danno vita a uno stile unico, dominato da colori assoluti e composizioni fulminanti. Il libro cataloga questa grande avventura visiva (rendendo particolare omaggio all’illustrazione per il cinema) e la intervalla con testi di critici e storici della grafica. Ma sono le parole dell’illustratore Antonio Pérez González a restituire la vera atmosfera del tempo: “Quello che non dimentico è il modo in cui affrontavamo la vita, con un’ironia sorprendente. Fu un’epoca unica, pur con tutte le limitazioni materiali, perché ci costringeva a produrre in modo diverso tutto quello che veniva fuori dalle nostre mani e dalle nostre intelligenze. Potrei dire che avevamo trovato la cosiddetta felicità”. Pubblicato da Silvana Editoriale.

Helena Serrano, Dia del guerrillero heroico 8 de octubre, 1968.

Helena Serrano, Dia del guerrillero heroico 8 de octubre, 1968.

Olivio Martinez, Dia del guerrillero heroico 8 de octubre, 1973.

Olivio Martinez, Dia del guerrillero heroico 8 de octubre, 1973.

Aldo Amador, Venganza de Sandre, 1968.

Aldo Amador, Venganza de Sandre, 1968.

Eduardo Munoz Bachs, Por Primera Vez, 1968.

Eduardo Muñoz Bachs, Por Primera Vez, 1968.

Rafael Morante, Cinemateca de Cuba, 1961.

Rafael Morante, Cinemateca de Cuba, 1961.

Ernesto Padron Blanco, Todos con Viet Nam, 1971.

Ernesto Padrón Blanco, Todos con Viet Nam, 1971.

Lazaro Abreu Padron, Dia del guerrillero heroico 8 de octubre, 1960.

Lázaro Abreu Padrón, Dia del guerrillero heroico 8 de octubre, 1960.

Antonio Perez Gonzalez Niko, Hasta la Victoria Siempre, 1968.

Antonio Pérez González Ñiko, Hasta la Victoria Siempre, 1968.

Eduardo Munoz Bachs, Toni, te has vuelto loco, 1971.

Eduardo Muñoz Bachs, Toni, te has vuelto loco, 1971.

Julio Eloy Mesa, El deporte predilecto del hombre, 1974.

Julio Eloy Mesa, El deporte predilecto del hombre, 1974.

Raul Oliva, Lagrimas en el lago, 1968.

Raúl Oliva, Lagrimas en el lago, 1968.

Antonio Reboiro, Carmen, 1970.

Antonio Reboiro, Carmen, 1970.

Antonio Perez Gonzalez (nico), Gogota, 1968.

Antonio Pérez González Ñiko, Gogota, 1968.

Raul Martinez, Camillo Cienfuegos, 1969.

Raul Martinez, Camillo Cienfuegos, 1969.

Alfrédo Rostgaard, Cristo guerrillero, 1969. OSPAAAL

Alfrédo Rostgaard, Cristo guerrillero, 1969.

iMiraCuba


Anna Lagorio

Giornalista, ama i pensieri bizzarri e le storie luminose, e ne scrive su diverse testate, fra cui D La repubblica delle donneWired e il domenicale del Sole 24 Ore. In passato, si è occupata di progetti di arte contemporanea per bambini. Nel tempo libero fa yoga, suona la fisarmonica e va al parco con la sua bambina.


Lascia un commento