fbpx

The Corten House, Gerusalemme
Pitsou Kedem Architects

4 aprile 2016

Il suo nome ufficiale è The Corten House, ma allo studio Pitsou Kedem Architects di Tel Aviv preferiscono chiamarla In Praise of Shadows, con riferimento al titolo inglese del celebre saggio del 1933 di Jun’ichirō Tanizaki, uscito in Italia come Libro d’ombra, nel quale lo scrittore giapponese celebrava appunto il fascino dell’ombra. Per comprenderne il motivo basta guardare questo parallelepipedo di cemento, vetro e acciaio Cor-Ten nel quartiere residenziale di Savion, a Gerusalemme, e pensare al clima subtropicale della città e alla quasi totale assenza di nuvole in estate, caratteristica che rende l’ombra un miraggio. La chiave di lettura progettuale di questa casa su due piani è la declinazione del concetto di griglia: la troviamo in porzioni della facciata, nelle pareti, nelle librerie passanti che collegano alcuni degli ambienti e nella copertura di un’area del giardino. Forme, proporzioni e materiali adottati cambiano a seconda delle esigenze, ma lo stratagemma costruttivo è identico. È la struttura stessa della casa a regolare l’ingresso della luce naturale e a determinare gli ombreggiamenti. Le geometrie luminose che vengono a crearsi hanno il merito di spezzare il rigore ascetico dell’abitazione, composta da spazi ampi e minimali, organizzati per zone: quella centrale a tutt’altezza, quella residenziale e più privata su due livelli e quella esterna dall’impatto scultoreo. La scelta di materiali grezzi, usati senza finiture o trattamenti, incide molto a livello cromatico, con esiti diversi durante la giornata: il cambiamento più evidente lo si registra nell’acciaio, le cui tonalità brunite del giorno virano al nero quando arriva la sera.

The Corten House, Gerusalemme.

The Corten House, Gerusalemme.

The Corten House, Gerusalemme.

The Corten House, Gerusalemme.

The Corten House, Gerusalemme.

The Corten House, Gerusalemme.

The Corten House, Gerusalemme.

The Corten House, Gerusalemme.

The Corten House, Gerusalemme.

The Corten House, Gerusalemme.

The Corten House, Gerusalemme.

The Corten House, Gerusalemme.

The Corten House, Gerusalemme.

The Corten House, Gerusalemme.

The Corten House, Gerusalemme.

The Corten House, Gerusalemme.

The Corten House, Gerusalemme.


Loredana Mascheroni

Giornalista, pratica il design da sempre. Appassionata di arte contemporanea e architettura, lavora a Domus dal 1997 dopo un apprendistato decennale in riviste di settore e un esordio come giornalista TV che le ha lasciato un debole per le video interviste. Fa yoga e corre, per sciogliere le tensioni da tablet.


Lascia un commento