fbpx

Givenchy Store, Seoul
Piuarch Studio

25 Marzo 2015

Negozi monomarca di tale impatto si vedono solo nel Far East. In Giappone, così come in Corea del Sud, nei quartieri dello shopping “firmato” delle grandi metropoli, punti vendita estesi come interi palazzi si danno battaglia per stupire e rappresentare il lusso delle principali maison di moda mondiali. Il progetto non è soltanto di interior design, ma parte dall’edificio. Lo studio milanese Piuarch ha ultimato di recente uno store per Givenchy di 400 metri quadrati, situato nel prestigioso quartiere di Cheongdam-dong, a Seul. I quattro piani sono racchiusi da un guscio esterno riflettente color petrolio: un rivestimento in rilievo che evoca il caratteristico taglio sartoriale a T del brand, giustapposto agli interni dal sapore minimalista. La superficie bugnata delle lastre d’acciaio si rifà alle lavorazioni sartoriali e alla Optical Art, riletta in chiave high-tech attraverso l’effetto mutevole del metallo elettrolucidato. All’interno, invece, sono utilizzati materiali più tradizionali e classici: marmo calacatta, sahara noir e pietra di basalto conferiscono l’idea di un’eleganza sobria e senza tempo. La scala è in marmo sahara noir, staccata dal muro e con rampe che salgono in direzioni diverse. Lo store, nuovo landmark urbano, vuole interpretare Givenchy nella visione del suo direttore creativo Riccardo Tisci: modernità che si lega alla tradizione mediante un saper fare unico e tecnologico.

Givenchy Store, Seoul - Piuarch Studio

Givenchy Store, Seoul - Piuarch Studio

Givenchy Store, Seoul - Piuarch Studio

Givenchy Store, Seoul - Piuarch Studio

Givenchy Store, Seoul - Piuarch Studio

Givenchy Store, Seoul - Piuarch Studio

Givenchy Store, Seoul - Piuarch Studio

Givenchy Store, Seoul - Piuarch Studio

Givenchy Store, Seoul - Piuarch Studio

Givenchy Store, Seoul - Piuarch Studio

Givenchy Store, Seoul - Piuarch Studio



Lascia un commento