fbpx

Centro d’indagine ambientale, Arcipelago delle Azzorre

19 Marzo 2013

Una piccola costruzione abbandonata a Fajã da Caldeira de Santo Cristo, nelle Azzorre, è stata adattata a Centro per la diffusione della cultura e della natura locali. Oltre a introdurre i visitatori alla conoscenza dell’ambiente e dei territori circostanti, il Centro li guida alla scoperta dell’architettura del luogo. L’edificio consiste di due corpi collegati attraverso una scala: il corpo principale ospita le attività collettive, l’appendice è la sede di un’abitazione. I materiali impiegati sono tipici della tradizione locale: basalto a vista per le facciate e legno per le finiture. Le finestre scorrevoli a ghigliottina, preesistenti, sono state affiancate da nuovi elementi di architettura contemporanea. L’acqua è fornita da un pozzo, rimesso in funzione, e il fuoco per riscaldarsi e cucinare proviene da un camino, anch’esso recuperato. Il risultato è un edificio perfettamente inserito nel contesto paesaggistico, che unisce il passato e il presente del territorio.

Environmental Interpretation Centre
Environmental Interpretation Centre
Environmental Interpretation Centre
Environmental Interpretation Centre Environmental Interpretation Centre Environmental Interpretation Centre Environmental Interpretation Centre Environmental Interpretation Centre Environmental Interpretation Centre Environmental Interpretation Centre Environmental Interpretation Centre Environmental Interpretation Centre

Segui Roberta Mutti su , Facebook, Twitter.


Roberta Mutti

Sta a cavallo fra l’Italia, il Belgio e il Sud Est Asiatico, e a volte cade. A chi le chiede di cosa si occupa, risponde: faccio cose, vedo gente. Scrive di “mobiletti” da vent’anni e non si è ancora stancata, nonostante tutto. Tempo libero non ne ha, e nemmeno le interessa. Le basta non dover andare nello stesso ufficio tutti i giorni. Frequenta persone improbabili, e collabora a Klat per questo.


Lascia un commento