fbpx

Massimo Siragusa
Questionnaire

14 novembre 2012

Massimo Siragusa, nato a Catania nel 1958, fotografo professionista, vive a Roma dove insegna allo IED. Ha esposto in numerosi musei e gallerie in Italia e all’estero, e in campo pubblicitario ha firmato diverse campagne per aziende quali Lavazza, ENI, Bosch, Alfa Romeo, Versace, Bisazza, Kartell. Le sue fotografie sono state pubblicate su tutte le più importanti riviste internazionali. Ha vinto quattro World Press Photo: nel 1997 con Bisogno di un Miracolo, nel 1999 con Il Cerchio Magico, nel 2008 grazie al reportage Tempo Libero, e nel 2009 con Fondo Fucile. Ha pubblicato vari libri tra cui Il Vaticano, Credi e Teatro d’Italia.

La canzone che non ti stanchi mai di ascoltare.

Michel Petrucciani. Piano solo, nella registrazione del concerto all’Alte Oper di Francoforte.

Il film che non ti stanchi mai di vedere.

The Blues Brothers.

Il libro che ti ha fatto perdere la testa.

Pastorale americana di Philip Roth.

L’oggetto a cui sei più legato.

Il mio orologio Luminor Panerai.

Il tuo luogo prediletto. 

Il porticciolo di San Giovanni Li Cuti a Catania.

Un film di culto che non sopporti.

La febbre del sabato sera.

Un classico della letteratura che non sopporti.

Guerra e pace di Lev Tolstoj.

L’automobile più bella mai realizzata.

La Porsche 911 Carrera 4S.

Il giro del mondo in tre tappe.

Parigi, Los Angeles e l’isola di Capo Passero.

Un artista contemporaneo che ha un futuro assicurato nella storia dell’arte.

Andreas Gursky.

Un progettista a cui affidare la costruzione di un luogo fantastico.

Rudy Ricciotti, un architetto amante dell’arte che ho avuto la fortuna di conoscere personalmente.

Uno stilista per una sfilata epocale.

Dolce & Gabbana.

Una persona elegante.

Chiunque riesca a sentirsi sempre a proprio agio.

Una persona inelegante.

Flavio Briatore.

A chi consigli di cambiare mestiere?

A una parte dell’attuale classe politica italiana.

Hai la pessima abitudine di?

Perdere un sacco di tempo la mattina prima di “carburare”.

Di cosa vorresti abusare?

Di dolci.

A cosa non puoi rinunciare?

Al tempo da dedicare alla mia compagna e a mia figlia.

Vorresti essere un campione di?

Vela, per il concetto di libertà a cui la lego.

L’hotel e il ristorante che stanno in cima alla tua classifica personale.

L’Hotel Crillon le Brave, in Provenza. Il ristorante Vico San Barnabà a Catania.

La più grande invenzione di tutti i tempi.

Il telefono.

Il personaggio storico a cui sei più grato.

Wolfgang Amadeus Mozart.


Emanuela Carelli

Fa funzionare Klat, dopo averlo fondato insieme a Paolo. Ha due figli, è graphic designer, ama le sperimentazioni culinarie ed è ragionevolmente certa di una cosa: è la creatività a far girare il mondo.


Lascia un commento