fbpx

Francesca Berardi
Detour in Detroit

7 ottobre 2015

Due giorni, tanto è bastato alla giornalista torinese Francesca Berardi per riconoscere la “necessità pratica ed emozionale” di costruire un progetto editoriale capace di trasmettere le potenzialità di Detroit: metropoli ferita e abbandonata, ma ancora ricca di spazi, “fisici e per l’immaginazione”, in grado di aprire prospettive inedite. Nato da una campagna di crowdfunding, Detour in Detroit racconta la città in forma di guida evoluta, attraverso le voci dei suoi abitanti e le fotografie di Antonio Rovaldi, artista che come Berardi vive a cavallo tra le due sponde dell’Atlantico. Poetico in ogni sua sfumatura, il libro segue in primissima istanza un percorso di conoscenza che porta a scoprire il tessuto urbano e a intuirne lo straordinario reticolo di energie e contraddizioni. Entriamo così nella Motown, accompagnati da interviste, storie e immagini, e incrociamo un paesaggio di resistenza che, dopo il crollo dell’utopia fordista, sta sperimentando nuovi linguaggi e strategie di crescita lente ma coraggiose, ripartendo in sostanza da zero. Lontane dalla retorica molto americana della rinascita, le voci narranti selezionate appartengono a personaggi spesso defilati, ma che hanno scritto o stanno scrivendo la storia culturale del luogo: la fotografa Leni Sinclair, ex moglie del poeta John Sinclair, che documentò come nessun altro la vibrante scena musicale degli anni Sessanta e Settanta; Derrick May, che insieme a Juan Atkins e Kevin Saunderson, è considerato il padre della techno music, nata proprio a Detroit negli anni Ottanta; Greg Baise, curatore del MOCAD, che ha sede in una rivendita dismessa d’automobili. Sinclair, May e Baise sono solo tre degli oltre quaranta personaggi intervistati dall’autrice: le loro parole ci svelano una città che riflette sul suo crollo, punta allo sviluppo sostenibile e cerca nuove forme di gestione del territorio. Oltre alla decadenza e alla segregazione, lo sguardo umile e sincero di Francesca Berardi rintraccia così germi sperimentali ed economie di sostentamento per un futuro ancora tutto da inventare. Pubblicato da Humboldt Books.

Francesca Berardi - Detour in Detroit Francesca Berardi - Detour in Detroit Francesca Berardi - Detour in Detroit Francesca Berardi - Detour in Detroit Francesca Berardi - Detour in Detroit Francesca Berardi - Detour in Detroit Francesca Berardi - Detour in Detroit

Photo: © Antonio Rovaldi

Photo: © Antonio Rovaldi

Photo: © Antonio Rovaldi

Photo: © Antonio Rovaldi

Photo: © Antonio Rovaldi

Photo: © Antonio Rovaldi

Photo: © Antonio Rovaldi

Photo: © Antonio Rovaldi

Photo: © Antonio Rovaldi

Photo: © Antonio Rovaldi


Simona Galateo

Curatrice, si occupa di libri e mostre. Dopo la laurea in architettura ha cambiato diverse vite, sempre seduta sul sellino di una bicicletta, in continuo movimento per mantenerne l’equilibrio. Ora è impegnata nel suo dottorato in Progettazione Urbana al Dipartimento di Studi Urbani del Politecnico di Milano.


Lascia un commento