fbpx

Calendario Annuale Ref. 5396
Patek Philippe

4 maggio 2016

Nel 1996, Patek Philippe ha brevettato il Calendario Annuale: una complicazione inedita, utile, in grado di distinguere automaticamente la durata dei mesi di 30 o 31 giorni – con un’unica eccezione alla fine di febbraio, quando deve essere corretto manualmente per passare al 1° marzo. A distanza di 20 anni da quell’invenzione, diventata nel frattempo patrimonio di tutta l’Alta Orologeria, la Maison la celebra con la nuova Referenza 5396: un esemplare classico nell’estetica, ma dalla meccanica innovativa. La cassa in oro rosa (o bianco), in stile Calatrava, misura 38,5 mm di diametro e ospita un quadrante argenté (o nero) che riporta con estrema chiarezza numerose informazioni: al 12, in due finestrelle allineate, l’indicazione del mese e del giorno della settimana; al 6 il datario, sempre a finestrella, le 24 ore a lancetta e le fasi di luna nell’apposito quadrante ausiliario. Il movimento meccanico a carica automatica, ovviamente costruito in house, monta componenti in silicio. E ha bisogno appunto di un intervento di correzione manuale una volta all’anno per la funzione calendario, e una volta ogni 122 anni per la funzione fasi di luna – operazioni che si compiono facilmente tramite i piccoli correttori posti sulla carrure. Del resto, ha una precisione attestata fra i +3 e i -2 secondi al giorno, come richiesto dal protocollo della Manifattura. L’orologio vanta infatti il Sigillo Patek Philippe, una sorta di autocertificazione che garantisce la qualità, o meglio l’eccellenza dell’intera produzione.

Calendario Annuale Ref. 5396, Patek Philippe.

Calendario Annuale Ref. 5396, Patek Philippe.

Calendario Annuale Ref. 5396, Patek Philippe.

Calendario Annuale Ref. 5396, Patek Philippe.

Calendario Annuale Ref. 5396, Patek Philippe.

Calendario Annuale Ref. 5396, Patek Philippe.

Calendario Annuale Ref. 5396, Patek Philippe.

Calendario Annuale Ref. 5396, Patek Philippe.

Calendario Annuale Ref. 5396, Patek Philippe.



Lascia un commento