Piero Fornasetti
100 anni di follia pratica

19 novembre 2013

In occasione del centenario della nascita, la Triennale dedica la prima grande retrospettiva a Piero Fornasetti: pittore, stampatore, progettista, collezionista, stilista, raffinato artigiano, decoratore, gallerista e ideatore di mostre. Una personalità ricca, eclettica, rinascimentale, che ha lasciato un segno indelebile nella decorazione del Novecento, grazie anche ad alcuni disegni entrati nell’immaginario collettivo, come il viso di Lina Cavalieri, riprodotto in infinite varianti. Suddivisa per campi di attività, la mostra, Piero Fornasetti. 100 anni di follia pratica, raccoglie oltre 1000 pezzi provenienti per la maggior parte dall’Archivio Fornasetti, custodito dal figlio Barnaba, che ne continua l’attività e che ha curato l’esposizione. Fino al 9 febbraio 2014.

Piero Fornasetti. 100 anni di follia pratica. Triennale di Milano.

Piero Fornasetti. 100 anni di follia pratica. Triennale di Milano.

Piero Fornasetti. 100 anni di follia pratica. Triennale di Milano.

Piero Fornasetti. 100 anni di follia pratica. Triennale di Milano.

Piero Fornasetti. 100 anni di follia pratica. Triennale di Milano.

Piero Fornasetti. 100 anni di follia pratica. Triennale di Milano.

Piero Fornasetti. 100 anni di follia pratica. Triennale di Milano.

Piero Fornasetti. 100 anni di follia pratica. Triennale di Milano.

Piero Fornasetti. 100 anni di follia pratica. Triennale di Milano.

Piero Fornasetti. 100 anni di follia pratica. Triennale di Milano.

Piero Fornasetti. 100 anni di follia pratica. Triennale di Milano.

Piero Fornasetti. 100 anni di follia pratica. Triennale di Milano.

Piero Fornasetti. 100 anni di follia pratica. Triennale di Milano.

Piero Fornasetti. 100 anni di follia pratica. Triennale di Milano.

Segui Roberta Mutti su , Facebook, Twitter.


Roberta Mutti

Sta a cavallo fra l’Italia, il Belgio e il Sud Est Asiatico, e a volte cade. A chi le chiede di cosa si occupa, risponde: faccio cose, vedo gente. Scrive di “mobiletti” da vent’anni e non si è ancora stancata, nonostante tutto. Tempo libero non ne ha, e nemmeno le interessa. Le basta non dover andare nello stesso ufficio tutti i giorni. Frequenta persone improbabili, e collabora a Klat per questo.


Lascia un commento