GMT-Master II
Rolex

26 settembre 2018

È tornato da un paio di mesi il Rolex GMT-Master II: un autentico cult per grandi viaggiatori, rinnovato a dispetto delle apparenze. La nuova versione “Pepsi”, così chiamata dagli appassionati per i colori della lunetta, adotta infatti per la prima volta “di serie” il bracciale Jubilé a cinque file: nato nel 1945, oggi è dotato della prolunga rapida Easylink, un sistema esclusivo che permette di allungarlo di 5 mm, e del fermaglio di sicurezza Oysterlock, che evita aperture accidentali. Ma la vera novità è montata nella cassa di 40 mm di diametro, ed è il calibro 3285, un movimento meccanico a carica automatica di ultima generazione, interamente progettato e prodotto in-house. Un concentrato di 10 brevetti che garantisce maggiore affidabilità, robustezza, resistenza ai campi magnetici e precisione. Oltre a un’autonomia di 70 ore, vanta una doppia certificazione di cronometria, quella ufficiale del Cosc e quella di Cronometro Superlativo, attribuita dalla Maison stessa dopo una serie di test rigorosi. Come in passato, l’orologio è realizzato in acciaio Oystersteel, inedita denominazione per il metallo della Casa, che ne sottolinea l’unicità, e riporta il secondo fuso orario sul top ring in ceramica Cerachrom bicolore (monoblocco, notevole per la netta separazione fra rosso e blu), con indici e numeri rivestiti di un sottile strato di platino. Un’ulteriore differenza, infine, sta in un piccolo dettaglio: in basso sul quadrante è stata inserita la corona-logo all’interno della scritta Swiss Made – una chicca che ha scatenato subito i collezionisti.

Rolex GMT-Master II

Rolex GMT-Master II

Rolex GMT-Master II

Rolex GMT-Master II

Rolex GMT-Master II

Rolex GMT-Master II

Rolex GMT-Master II

Rolex GMT-Master II

Rolex GMT-Master II

Rolex GMT-Master II

Rolex GMT-Master II

Rolex GMT-Master II

Rolex GMT-Master II

Rolex GMT-Master II

Catalogo pubblicitario Rolex degli anni Cinquanta ispirato alla copertina del settimanale Time.



Lascia un commento