BMW i8
iPerformance

25 luglio 2016

Lanciata due anni fa, è stata la prima vettura BMW Plug-in Hybrid. Ma la i8, che continua a vincere premi per il suo innovativo sistema di trasmissione basato su un motore termico più un’unità elettrica, non è solo e semplicemente un’auto ibrida: è un concentrato di avanguardia tecnologica (a cominciare dalla culla centrale in CFRP, materiale sintetico rinforzato in fibra di carbonio), oltre che un campione di leggerezza con i suoi 1.485 kg di massa a vuoto – risultato straordinario se si pensa solamente al peso di tutta la catena ibrida, composta da batteria agli ioni di litio, motore elettrico e trasmissione. È l’espressione del miglior design: portiere che si aprono ad ali di gabbiano, altezza massima di 1.29 metri, misure compatte e abitacolo da 2+2 posti: tutto è stato studiato non solo in funzione estetica, ma anche aerodinamica, per favorire i flussi e rendere efficienti i consumi. Un solo dato, il coefficiente aerodinamico (Cx): 0,26, un valore davvero eccellente. Il motore termico utilizzato è un tre cilindri da 1.499 cc TwinPower Turbo da 231 cv, accoppiato a un cambio automatico a sei rapporti che comunica la potenza alle ruote posteriori. L’unità elettrica da 131 cv invece muove le ruote anteriori. Quando entrambi i propulsori esprimono la massima potenza e lavorano in contemporanea, la i8 è in grado di passare da 0 a 100 km/h in 4,4 secondi, il tutto con consumi da berlina ed emissioni di CO2 di 49 g/km, irraggiungibili da qualsiasi city-car a motore termico. Ovviamente, i dati di consumo variano molto a seconda del tipo di guida: Comfort, Eco Pro o Sport (BMW dichiara un’autonomia media di 600 km prima di dover mettere in ricarica l’auto). Molto innovativo anche il design dell’abitacolo, con grafica tridimensionale e indicazione dell’autonomia sul cruscotto che cambia colore a secondo del set-up scelto. Optional l’Head-Up Display, che proietta tutte le informazioni davanti agli occhi del conducente, lungo la linea del cofano. La i8 è dotata dei più moderni sistemi di assistenza attiva alla guida, come la regolazione automatica dei fari, la funzione di frenata indipendente in caso di possibile urto e lo Speed Limit Info. Da poco, Bmw ha creato la tecnologia iPerformance, all’interno della quale la i8 occupa un posto privilegiato. Si tratta di un concetto nuovo che lega la mobilità alla connettività e alla sportività dell’auto, creando soluzioni che mirano a coniugare il massimo piacere di guida a un altissimo livello di sostenibilità. Se c’è una supercar del futuro, la i8 è in pole position.

BMW i8

BMW i8

BMW i8

BMW i8

Klat_BMW_i8_08

BMW i8

BMW i8

BMW i8

BMW i8

BMW i8

BMW i8


Maurizio Spinali

Giornalista, nato tra le pagine di riviste per car addicted come Evo e TopGear, scrive per il Corriere della SeraElaborare e Al Volante. Si divide da sempre tra due mondi, quello dell’auto e quello della letteratura. Ama i videogiochi.


Lascia un commento