La Cueva, Guadalajara
Abraham Cota Paredes

10 settembre 2018

La prima dimora dell’uomo è stata una grotta. Solida e introspettiva, ha permesso al suo abitante di difendersi e di costruire giorno per giorno la sua relazione con il mondo, varcandone la soglia. Attraverso poche bucature della pietra, la luce ha potuto filtrare all’interno, disegnando lo spazio attorno al quale si è costituita l’unità familiare e lo spirito contemplativo dell’individuo. La costruzione poetica de La Cueva di Abraham Cota Paredes Arquitectos, situata nell’area metropolitana di Guadalajara in Messico, rimanda allo stesso archetipo e lo aggiorna, riuscendo a fondere la gravità del rifugio con la grazia dei segni tipici dell’astrattismo geometrico. La casa non poggia direttamente al suolo: un basamento cavo rivestito di pietra protegge chi la abita da un’immediata relazione con l’esterno. La differenza delle altezze all’interno, generata dal dislivello tra l’ingresso rialzato – cui si accede tramite una scalinata in pietra – e il basamento, permette la realizzazione di uno spazio dinamico inondato di luce che gravita attorno a un albero piantato al suo centro, durante la costruzione. La luce, che dilata le dimensioni della casa penetrando dalle aperture sulle facciate e sul patio centrale, si moltiplica sulle superfici interamente bianche degli interni, interrotte soltanto dalle venature del marmo e del legno, che accrescono la preziosità e il fascino degli ambienti. E l’aria, che circola facilmente grazie all’ottima ventilazione naturale, mitiga l’impatto climatico e rende ancora più gradevole l’abitabilità dell’edificio. Il carattere intimo, dunque, le aperture verso l’esterno, il nucleo centrale svuotato attorno al quale si consolidano gli effetti luminosi e i benefici delle correnti d’aria richiamano un modello di costruzione universale, in grado di coinvolgere mente e corpo, che osserva le regole della composizione moderna e dialoga con una tradizione capace di attraversare epoche e stili senza rinunciare all’integrità funzionale e all’armonia.

La Cueva, Guadalajara. Abraham Cota Paredes.

La Cueva, Guadalajara. Abraham Cota Paredes.

La Cueva, Guadalajara. Abraham Cota Paredes.

La Cueva, Guadalajara. Abraham Cota Paredes.

La Cueva, Guadalajara. Abraham Cota Paredes.

La Cueva, Guadalajara. Abraham Cota Paredes.

La Cueva, Guadalajara. Abraham Cota Paredes.

La Cueva, Guadalajara. Abraham Cota Paredes.

La Cueva, Guadalajara. Abraham Cota Paredes.

La Cueva, Guadalajara. Abraham Cota Paredes.

La Cueva, Guadalajara. Abraham Cota Paredes.

La Cueva, Guadalajara. Abraham Cota Paredes.

La Cueva, Guadalajara. Abraham Cota Paredes.

La Cueva, Guadalajara. Abraham Cota Paredes.

La Cueva, Guadalajara. Abraham Cota Paredes.


Gianluigi Freda

Architetto, scrive di architettura e di luoghi. Ama Napoli, dove vive e insegna, e Tel Aviv, dove ogni tanto ritorna.


Lascia un commento